domenica 9 agosto 2020
Sei in: Ponenteoggi » Sanremo » Tech
27.10.2011 - Alessandra Chiappori

Sanremo, a Villa Nobel il Festival della Scienza

Sarà Giulio Natta il protagonista della trasferta nel Ponente del Festival genovese

 SANREMO. Nell’anno delle celebrazioni per l’Italia Unita, il Festival della Scienza di Genova ha deciso di aprire le porte a tutta la regione, per conoscere e festeggiare alcuni tra gli scienziati liguri che più si sono distinti in questo secolo e mezzo di unità nazionale. Per il Ponente è stato scelto Giulio Natta, nato a Imperia da genitori liguri nel 1903, premio Nobel per la chimica nel 1963 per gli studi sui polimeri. “Il mondo dei polimeri”, sarà proprio questo il titolo della conferenza-spettacolo che si terrà il 28 ottobre, alle ore 11.00, alla Villa Nobel (guarda caso altro importante scienziato legato al Ponente ligure) di Sanremo, con ingresso gratuito e dedicata in particolar modo ai ragazzi dai 14 anni in su.

Le doti scientifiche di Natta, evidenti fin dalla giovane età, lo portarono, dopo il liceo, a iscriversi all’attuale Politecnico di Milano. Una sorte non molto diversa da quella di tanti celebri liguri che, seppure lontani da casa, sono tornati regolarmente, “attaccati al proprio paese come patelle allo scoglio” diceva Italo Calvino. Prima di laurearsi a soli 21 anni, Natta, giovane ricercatore, dedicava già molto del suo tempo ai più diversi studi nel campo della chimica, aveva persino adibito una stanza della sua abitazione milanese a laboratorio, ed è lì che presero vita i primi esperimenti, pionieri di grandi scoperte.

A raccontare questa e altre vicende dello “scienziato della plastica” non saranno volti noti e professori, precisa l’Associazione Festival della Scienza, organizzatrice dell’evento, bensì alcuni tra i migliori animatori scientifici del nostro Paese, che il Festival ha deciso di rendere protagonisti. Oltre alla tappa sanremese, il tour con gli scienziati della Liguria ha toccato e prevede altre sei tappe: Lerici, con Ilario Sirigu; Campomorone, con Giovanni Capellini; Sestri Levante, con Luigi Luca Cavalli-Sforza; Arenzano, con Riccardo Giacconi; Finalborgo, dove domani alle 11.00 si parlerà di Arturo Issel; Chiavari, infine, che vedrà una conferenza su Federico Delpino alle 11.00 del 28 ottobre, in contemporanea con quella di Villa Nobel.

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo