venerdì 30 ottobre 2020
27.07.2012 - Alice Borutti

Sanremo: ok al bilancio da 115 milioni, scontro su Casino' e recupero dell'evasione

Recupero dell'evasione attraverso il confronto con l'ICI pagata nel 2011 e Casino' in deficit tengono banco al Consiglio Comunale. Passa l'ODG di Rossano e Trucco che propongono la lotta all'evasione fiscale confrontando chi e come ha pagato l'ICI 2011 con l'IMU che dovrà corrispondere nel 2012

Si è aperta questa sera la prosecuzione del Consiglio Comunale del 23 luglio dedicato al bilancio di previsione 2012 ammontante a 115milioni di euro, e di programmazione triennale 2012-2014, che verranno approvati con i soli voti della maggioranza, l'assenza dichiarata di Donzella e la netta opposizione della minoranza, con l'intervento di Massimo Rossano PDL dedicato al fatto che il bilancio pare che ruoti attorno all'IMU, “definita un'imposta patrimoniale, ma vorrei leggervi qual'è la definizione di tassa patrimoniale, ossia una tassa non sui redditi ma sul patrimonio, uno strumento finanziario che può essere occasionale o usato sistematicamente per finanziare un tipo particolare di spesa pubblica. Ora mi chiedo se l'IMU inciderà solo in maniera straordinaria nel 2012 o in maniera sistemica? Noi Consiglieri ce lo dobbiamo chiedere per capire come poterne alleggerire il carico sui cittadini. Legato al discorso di questa tassazione si collega quello dell'evasione fiscale, lo stesso vale per la Tarsu. Mi chiedo se si possa controllare l'entrata ICI 2011 con l'IMU 2012 onde evitare l'evasione. Dal recupero di questa che ho approssimato in circa 900mila euro si potrebbero abbattere le percentuali per le attività produttive di 2 punti per mille dando un segnale alle associazioni come da loro richiesto a giugno.

Continuo a sostenere l'introduzione della tassa di soggiorno, non vedo dove possa diminuire le presenze turistiche anzi, andrebbe esclusivamente a vantaggio dei cittadini potendone abbassare l'IMU, ma questo lo presenterò in un altro momento”. L'ODG passa all'unanimità.

Domenico Infante PD: “dopo aver parlato di bilancio senza anima e senza cuore io vorrei parlare di un bilancio con molti sprechi e in cui si strangola il ceto medio cittadino, commercianti, artigiani e impiegati pagheranno di tasca propria quello che questo Comune non riesce più a mantenere. A cosa vale tenersi un Casino' che non genera utili? Meglio darlo in gestione. Lo stesso vale per la tenuta in vita di partecipate inutili e costose (riferito a SanremoPromotion), occorre una riflessione costruttiva evitando immobilismo. Il Casino 'di Sanremo è quello con la gestione più fallimentare

rispetto alle altre case da gioco nazionali, rappresenta ancora una risorsa per la città? Si è arrivati al dato di fatto che non riesce nemmeno a mantenersi con i proventi del gioco ma il Comune deve ripianarne i debiti utilizzando soldi del 2011 che andavano destinati alle opere pubbliche. Perchè non si è intervenuti tagliando gli stipendi dei direttori? Eliminando la sede degli uffici in via Nino Bixio? All'appalto del ristorante? Una serie di sprechi noti a tutti e nei quali nessuno ha inteso intervenire per ragioni clientelari. Ora gli si da in dote beni come villa Angerer che sono risorse turistiche strategiche per il Comune senza eseguire strategie interne al Casino' per uscire dallo stallo. Un'Amministrazione che non ha avuto il coraggio di intervenire. Sono per il recupero dell'evasione ma non con l'appalto di tale denaro dando in cambio il 28% sull'introito recuperato che potrebbe arrivare a 1 milione di euro solo per il 2012, 5 milioni considerando gli anni pregressi. Peccato che ci sono già l'Ufficio Tributi del Comune, l'AMAIE e la Cooperativa Neapolis i cui dati una volta incrociati porterebbero all'individuazione dell'evasione. Si sceglie di sprecare denaro quando si può fare gratuitamente. Il Comune è in tali difficoltà che non è ancora stato approvato il bilancio di previsione”.

Alessandro Sindoni, UDC-Progetto Sanremo: “il bilancio di previsione dovrebbe contenere il progetto che si ha per la città e le politiche che si intendono attuare. Quando vedo membri della maggioranza che presentano emendamenti al loro stesso bilancio vedo un chiaro segno di confusione. Concordo con gli sprechi evidenziati da Infante e trova l'IMU una tassa ingiusta che ha contribuito a creare una pressione fiscale pari a 43 milioni sulle spalle dei cittadini (la metà torna alle casse comunali n.d.r.) senza i quali mancherebbero 20 milioni di euro perchè il bilancio stia in piedi. E allora vorrei chiedere all'Assessore al Bilancio Diego Maggio come si sarebbe fatto senza l'IMU? Con in più il piano alienazioni e i conferimenti al Casino'?

Sindoni chiede che come accaduto in altri Comuni, siano vietate le macchinette del videopoker e le sale slot per evitare un ulteriore emorragia di incassi al Casino'.”

Sindoni parla ancora della “fronda” in maggioranza che vorrebbe far cadere il Sindaco e offre il supporto di Progetto Sanremo in appoggio al Sindaco per non farlo cadere.

Alberto Biancheri, Progetto Sanremo, ricorda di come nella precedente amministrazione siano caduti proprio sul bilancio per poi evidenziare come il “pacchetto Sanremo” sia venduto male ai turisti, con poche sinergie e soprattutto poca attenzione alle risorse turistiche rappresentate dalla floricoltura, la quale nel bilancio è ampiamente trascurata “nel vostro programma il Mercato dei Fiori doveva diventare una sorta di Silycon Valley, nel nostro erano presenti ben 5 pagine”.

La crisi del Casino' è presente anche nell'intervento di Marco Lupi, Lega Nord, il quale punta il dito contro le sale slot e i videopoker autorizzati dallo Stato che non fanno altro che togliere clienti alla casa da gioco matuziana mettendosi di fatto in concorrenza diretta, nonché “il problema della gestione del gioco on line partita con molte difficoltà e che solo ora inizia ad avere dei ritorni. La promozione del Casino' è stata tagliata del 40% così come sono stati ridotti i costi dell'ospitalità per i giocatori, questo è il miglior bilancio possibile date le condizioni”

L'Assessore Diego Maggio risponde alle interrogazioni di Eugenio Nocita e di Daniela Cassini nel consiglio comunale di martedì respingendo le accuse di aver tagliato le spese per il sociale nel limite del possibile, e a quelle di Rossano e Infante di stasera rivendicando di essere il primo a credere nella lotta all'evasione.

L'Assessore Umberto Bellini risponde alle affermazioni sia di martedì che di stasera inerenti la mancanza di progettualità nel bilancio triennale sostenendo che in esso sono presenti interventi sui tre anni sia sulle scuole che sulla viabilità.

Daniela Cassini, Sanremo Insieme, chiede dove siano i tagli alle spese per le consulenze citando ad esempio gli incarichi al Dott. Delfino, commercialista, revisore dei conti al Casino' e membro del Nucleo di Valutazione in Comune, Eugenio Nocita, La città onesta, chiede se in bilancio si sia tenuto conto di come si possa migliorare la qualità dei servizi di trasporto, turistici e sociali, la valorizzazione della Pigna, l'Orchestra Sinfonica, recentemente salvaguardata dalla Regione.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo