venerdì 30 ottobre 2020
25.07.2012 - Alice Borutti

Sanremo: 1° round per il bilancio di previsione in Consiglio Comunale

Riduzione IMU per le categorie produttive, appianamento dei buchi di bilancio del Casino' e mancata visione d'insieme e di una linea programmatica secondo la minoranza

Il Consiglio Comunale dedicato al bilancio di previsione 2012 e di programmazione triennale 2012-2014 è partito con il ricordo e un minuto di silenzio per l'avv. Lombardi, consigliere comunale nel '64 e padre di Elvira Lombardi, attuale presidente dell'Ordine degli Avvocati di Sanremo. Avvocato civilista molto famoso e preparato, oltre che sanremasco doc dal gran cuore nei confronti dei più deboli e uomo di Chiesa, “un esempio per noi, che ci sprona a lavorare sempre al meglio senza tante parole ma con tanti fatti” è stato ricordato dal consigliere Riccardo Borea.

Relaziona l'Assessore al Bilancio, Diego Maggio, iniziando col rispondere su quale sia l'anima e le linee guida che perseguirà questo bilancio: “sicuramente il rispetto per il cittadino, in una situazione di crisi come questa si è cercato di vessare il meno possibile i sanremesi. La prima casa ha mantenuto l'aliquota IMU al 4 per mille diversamente da altri Comuni, infatti non ci risulta abbia creato parto addizionale Irpef allo 0,2% il minimo di legge con frachigia di 15mila euro di reddito, dal rapporto intenso con le categorie produttive della città presieduto prima dal Sindaco e poi da me ho potuto capire quali siano le problematiche della città e potremmo tentare di ridurre l'aliquota IMU sulle attività produttive condotte dal titolare che è anche proprietario dell'immobile dove è sita l'attività dallo 10,6 per mille a 9,8- 9,9 per mille, cercheremo di estendere le riduzioni anche ad altre fasce sociali”.

Continua Maggio: “Dal Casino' arriveranno quest'anno 3milioni e mezzo, (circa il 19% dopo che è stato deliberato di lasciare alla casa da gioco l'81% degli incassi il mese scorso) con 56milioni e 572mila euro di incassi stimati nel 2012, l'Amministrazione Comunale chiederà l'obbligo del pareggio di bilancio al CDA del Casino', il costo per lo smaltimento rifiuti da 5 milioni e 200 mila euro a 4 milioni e 400 mila euro di euro smaltimento rifiuti mentre c'è stato un aumento di 300mila euro di spese per la sicurezza sociale rispetto l'anno scorso, il decreto Sanremo “comune virtuoso” però permette di passare da un obiettivo di 21 milioni a un obiettivo 0”

L'intervento di Eugenio Nocita, La città onesta, polemizza sul fare un bilancio di previsione 2012 a 7 mesi dall'inizio dell'anno, “in questi 7 mesi il Comune si è trovato ad erogare servizi in modo provvisorio e senza una programmazione, in modo parcellare che da l'impressione di come anche il Paese provveda ai propri bilanci giorno per giorno anche a colpa della crisi economica” una mancanza di programmazione che per Nocita “ha conseguenze anche sull'istruzione, dove si richiede l'istituzione di un liceo coreutico-musicale attraverso una raccolta firme dei cittadini, come avevo chiesto anch'io precedentemente, e di un liceo artistico alla Pigna per dare un segnale vitale nel quartiere ma se ne è nemmeno progettato il finanziamento” e poi riguardo alla dismissione del patrimonio pubblico “Non siamo qui per lodare Cesare” (citando Shakespeare), “ora non ci sono scuse per nessuno, Zoccarato non si può nascondere sotto il velo del noviziato, due anni da è intervenuta la Regione con una posta superiore ai 10 milioni di euro, questa volta in soccorso è giunto lo Stato, che ha salvato di fatto il Comune. La virtuosità di un azienda si vede dal valore della produzione ossia i proventi del Casino' e dalla convenzione con la RAI per il Festival. Quest'anno andrà già bene se non si utilizzeranno le tasse comunali per ripianare il debito della Casa da Gioco. Questi ultimi tre bilanci non sono sicuramente un fiore all'occhiello, si è continuato a tagliare i servizi ai cittadini”.

Sempre Nocita “L'amministrazione non ha dato prova di aver ascoltato la voce delle associazioni, sia per quanto riguarda i movimenti ecologisti nella redazione del difficoltoso PUC che riguardo la Pigna, considerata in Consiglio Comunale solo per la rimozione dell'opera con la scritta in arabo che inneggiava alla fratellanza e non a minacce come pregiudizialmente creduto”

La gestione del patrimonio per Nocita è stata improduttiva, si è pensato solo a dismetterlo e non a valorizzarlo perchè producesse ricchezza, “anche il tiro a volo è stato venduto ma non tutti i soldi sono stati incassati”, ma anche piccoli suggerimenti sono rimasti inascoltati: “Ho proposto di rivedere i sistemi operativi in uso al Comune per risparmiare utilizzando gli OpenSource ma ho incassato una risposta deludente dal dirigente”

Massimo Donzella, gruppo misto, accusa pesantemente la redazione del bilancio e il parere positivo dei revisori dei conti: “hanno condizionato il proprio parere a una serie di elementi approvati in questi giorni e ha condizionato il bilancio alla pubblicazione del decreto sui “Comuni virtuosi”, non ancora pubblicato. Il Comune avrebbe dovuto predisporre un bilancio con un obiettivo superiore ai 19 milioni di euro di disavanzo invece ha predisposto un saldo a obiettivo 0”. Donzella aveva già sollevato questa questione nel passato Consiglio Comunale, passa poi al bilancio della Casino' spa:

“Lunedì c'è stata un'assemblea del CDA con l'Assessore alle Partecipate Gianni Berrino, è stata rinviata a venerdì con l'escamotage di richiedere maggiori informazioni. Per ripianare i 2 milioni e 406mila euro occorre la ricapitalizzare la Casino' spa attraverso il conferimento di villa Angerer, villa Mercede e il magazzino Corbellati (per un totale di circa 13 milioni di euro) dopo di ciò occorrerà approvare il piano di impresa per 7 milioni, richiesti come prestito alle banche dando a pegno gli immobili. Avremmo potuto fare gli investimenti che sta facendo Saint Vincent se il Casino' fosse stato sotto il controllo diretto del Comune, ma non si è voluto”. Donzella giudica gli interventi dell'amministrazione per ripianare i debiti del Casino' come un circolo vizioso che trascinerà il bilancio comunale nel deficit, dal momento che non si attuano politiche e investimenti per un vero rilancio.

Donzella cita altre incongruità come i residui attivi “composti da 25 milioni ossia somme che il Comune deve ancora riscuotere, ma la previsione di riscossione fatta dal Comune si aggira sugli 11, sugli interessi passivi di circa 56 milioni se ne pagheranno circa 11, sono stati sovrastimate le entrate e sottostimate le uscite”

Un bilancio fallimentare, “trattenute anche somme per dei portatori di handicap pur di tenerli in cassa”

“è solo aumentata l'imposizione, altro che non pesare sui cittadini” secondo Daniela Cassini sono state trattenute non solo i fondi regionali per il Palasalute ma anche contributi per disabili che hanno effettuato lavori nell'abitazione per eliminare barriere architettoniche

Daniela Cassini, Sanremo Insieme, concentra il suo intervento sulla stessa domanda di Eugenio Nocita, La città onesta, chiedendo quale sia l'obiettivo del bilancio “perchè se è quello del contenimento dell'imposizione fiscale sul cittadino, l'obiettivo è fallito, si sono segnalati solo aumenti vedi il prezzo per le affissioni pubblicitarie e il suolo pubblico, la TARSU, senza parlare dell'incremento delle tariffe dei posteggi”

La Cassini continua “ragioneristicamente ci si salva con la “virtuosità del Comune” ma si fallisce nei servizi ai cittadini, il piano alienazioni depaupera e svende la città, è privo di capacità di dare uno stimolo e un indirizzo, io non ho nemmeno condiviso il piano di blocco dei pagamenti e quindi dei lavori , per poi sbloccarne solo alcuni inerenti i fondi straordinari della Regione per il Palasalute al Palafiori, solo dopo il sollecito della Regione che ha imposto di pagare le imprese che hanno effettuato la parte dei lavori terminati e di continuare nell'opera” per la Cassini il Comune “ha trattenuto anche piccole somme stanziate dalla Regione per alcuni portatori di handicap che avevano eseguito lavori nella propria casa per l'abbattimento di barriere architettoniche, per avere più soldi in cassa. “i veri virtuosi sono i cittadini e le imprese di Sanremo”

tocca poi all'argomento SanremoPromotion: “dove sono le sponsorizzazioni strombazzate da SanremoPromotion? Ad oggi ha pure un buco di bilancio” e al Casino': “ai sensi del decreto sulla spending review il Casino' andrebbe liquidato nel caso in cui presenti tre bilanci consecutivi passivi. L'anno scorso si è fatta una ricapitalizzazione, quest'anno un altra , a fronte inoltre dei conferimenti sugli incassi aumentati all'81%, cosa si farà l'anno prossimo?

La promozione turistica è accusata dalla Cassini di essere poco impegnata, incapace di attrarre, che intrattiene il turista “come un villaggio turistico” solo in estate, trascurando l'inverno e l'autunno. La Cassini propone di sviluppare la fieristica pertanto di completare le strutture del Palafiori, ossia l'auditorium e la sala espositiva, in quanto occorre un “turismo capace di attrarre e creare aggregazione”, nonché l'idea già espressa di far diventare la pista ciclabile una “vetrina delle eccellenze”, “con questa mancanza di programmazione non si può rilanciare la città”.

Andrea Gorlero : “L'Assessore Maggio ha un compito ingrato, ha il ruolo di chi deve negare l'evidenza”

“Una politica di spocchia che ha scaricato le contraddizioni della città sulle tasche dei cittadini” annunciato esposto alla Corte di Conti per non veridicità

L'intervento di Andrea Gorlero PD parte con la premessa di concordare con l'assessore al Bilancio Maggio sulla grave situazione finanziaria nazionale: “dall'amministrazione Bottini in cui si chiudevano i bilanci con straordinari avanzi di bilancio che avrebbero potuto permettere grandissime opere, si arriva a questo bilancio il cui equilibrio è seriamente difficile e questa amministrazione non ha compreso la gravità della situazione. Aveva il dovere di mettere mano al funzionamento dell'organizzazione amministrativa della macchina comunale, invece si è usata una “politica di spocchia” che ha nascosto i problemi pensando di scaricare le contraddizioni di questa città sulle tasche dei cittadini”.

“E' una storiella questa manovra fiscale comunale così alta a causa dei decreti statali” ha continuato Gorlero “metà dell'IMU va allo Stato, in più voi fate una manovra di maggiorazione di 12 milioni di euro, in totale il 240% in più rispetto l'ICI del 2011”

Per il PD il bilancio è “inemendabile” ossia non serve solo qualche correttivo, l'impianto è totalmente “improponibile” per il capogruppo Gorlero, e “taroccato” in quanto sa già quale sarà l'evolversi della situazione. L'Assessore Maggio ha un compito ingrato, ha il ruolo di chi deve negare l'evidenza”.

Secondo il PD l'IMU agricola è sovrastimata, così come gli incassi del Casino' nel 2012, “manderemo la pratica alla Corte dei Conti inerente il mancato rispetto dei principi contabili, è stato tradito il principio di veridicità” ha affermato Gorlero.

A febbraio il regolamento sui costi per limitare la spesa pubblica

Annunciato da Sbezzo Malfei in Consiglio Comunale ai fini del controllo della spesa e per evitare sprechi

Giuseppe Sbezzo Malfei, PDL, pone l'accento sulla drastica riduzione delle entrate rispetto a 20 anni fa “ma le spese si mantengono, tra il personale dipendente, le partecipate, la promozione turistica, le spese sociali, tutte uscite che si devono mantenere ma sotto i vincoli imposti dai Governi per limitare le spese di gestione. Abbiamo cercato di ottimizzare i nostri interventi sul territorio, è un successo per noi l'introduzione del regolamento sui costi a febbraio 2013 per controllare ulteriormente la spesa e gli interventi, soprattutto per evitare i debiti fuori bilancio. Le imprese ci fanno causa perchè non le paghiamo entro i termini e poi dobbiamo ancora pagare gli interessi passivi oltre alle spese legali,

Riguardo al dubbio sulla veridicità dei presupposti su cui è stato compilato il bilancio di previsione sollevato da Andrea Gorlero PD, Sbezzo Malfei risponde che i dati utilizzati sono stati quelli forniti e garantiti dai dirigenti e dagli amministratori delle controllate “come previsto dalla legge se occorrerà un correttivo, questo verrà fatto a consuntivo”.

Sempre contro l'ex amministrazione Borea e l'accusa di essere “spreconi”, Sbezzo Malfei cita la protesta dei lavoratori impiegati per la raccolta rifiuti che vennero a protestare sotto il Comune per gli emolumenti arretrati avvenuta qualche anno fa “magari avete fatto un capitolato troppo al ribasso, di sicuro con noi questi spiacevoli episodi non sono accaduti”.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo