mercoledì 26 febbraio 2020
20.01.2012 - REDAZIONE

Genova: gli appuntamenti per il "giorno della memoria"

Come ogni anno il Centro Culturale "Primo Levi" si spende perchè non venga smarrita la memoria della storia e il ricordo della tragedia dell'Olocausto.

Come ogni anno il Centro Culturale Primo Levi e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura organizzano alcuni appuntamenti per il Giorno della Memoria.

Domenica 22 gennaio avrà luogo, nella Sala di Storia Patria e nel Cortile Minore di Palazzo Ducale una lettura corale e pubblica del libro Se questo è un uomo di Primo Levi, che avrà inizio alle ore 7.30 e si protrarrà fino alle 17.58. 

Il secondo appuntamento lunedì 23 gennaio alle ore 17 nella Sala del Minor Consiglio, riguarda la presentazione del libro Se Auschwitz è nulla. Contro il negazionismo (Ed. Il Melangolo).

In occasione della Settimana della Memoria Circuito Cinema Genova, l’Associazione Culturale Carignano organizzeranno in collaborazione con il Centro Culturale Primo Levi e la Fondazione Palazzo Ducale presso il cinema Sivori di Genova la proiezione del film/documentario “Memoria” di Ruggero Gabbai. 

L’iniziativa verrà realizzata nei giorni antecedenti alla conferenza “Dopo l’ultimo testimone” che avrà luogo presso la Fondazione di Palazzo Ducale. 

Il progetto prevede una proiezione/evento serale che avrà luogo il martedì 18 gennaio 2010 ad ingresso gratuito alla presenza del regista Ruggero Gabbai.   

A seguire nella settimana dal 20 al 26 gennaio 2011 verranno organizzate proiezioni mattutine del film rivolte alle scuole secondarie di primo e secondo grado che potranno prenotarsi telefonando allo 010583261 al costo di Euro 3.50 cada studente. 

“Memoria” è un documento storico, assolutamente unico, che raccoglie le testimonianze dei deportati ebrei italiani ad Auschwitz. Sono le interviste fatte agli ultimi novanta sopravvissuti della deportazione, gli unici ancora in vita oggi dei circa ottocento liberati. 

I racconti della viva voce di chi ha vissuto tutte le fasi della Shoah italiana, dall'arresto fino alla liberazione in tre anni da incubo. Il ricordo di chi ha provato sulla propria persona la follia della storia e ne porterà il segno per sempre


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo