giovedì 12 dicembre 2019
01.06.2012 - Alice Borutti

Sanremo: chiesti 5 anni per i furti ai tavoli da gioco della MSC

La prossima udienza si terrà il 28 Giugno con la sentenza di primo grado. Imputati Greco, Barzelloni, Mento, Levi, Iozza e Pochettino.

Degli imputati era presente in aula solo Roberto Mento, ex ispettore del Casino' di Sanremo, la vicenda parte nel novembre 2009 quando nel corso di un'indagine più ampia sul riciclaggio di denaro a bordo delle navi MSC, fu intercettata una telefonata tra Mento e Barzelloni in cui si evinceva che era in atto una sistematica sottrazione di denaro dagli incassi dei tavoli da gioco attraverso l'escamotage del dichiarare meno fiches presenti sul tavolo da gioco al momento della chiusura rispetto alla realtà, computando in una contabilità a parte la parte non dichiarata alla MSC, la quale si è costituita parte civile.

Il trucco funzionava, secondo il P.M. Roberto Cavallone, perchè la MSC verificava solo la corrispondenza tra le fiches dichiarate e il contenuto della cassa a bordo delle navi. Greco, Mento e Barzelloni in successive comunicazioni risultano preoccupati per un'ispezione interna della MSC poichè le navi incassavano molto meno rispetto alla concorrenza, ma non sono ancora al corrente di una "gola profonda" che sta già raccontando tutto agli inquirenti. 

Il 27 novembre intervengono le  forze dell'ordine che sequestrano il pc di Barzelloni con la doppia contabilità, e in seguito a perquisizione, nella casa di Greco vengono trovati 700 mila dollari, comprovanti per il P.M. l'appropriazione indebita aggravata dal mezzo fraudolento.

Sono stati quindi richiedti per Riccardo Greco, Angelo Barzelloni e Roberto Mento 5 anni di reclusione, per Jerome Iozza, 1 anno e 4 mesi e 400 euro di multa, per Andrea Angioletti 1 anno e 6 mesi e 300 euro, per Paolo Pochettino e Tiziana Levi 1 anno di reclusione. La prossima udienza il 5 luglio con l'emissione della sentenza.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo