venerdì 20 settembre 2019
03.10.2012 - Donatella Lauria

Peculato in tribunale: scatta il processo per il cancelliere e l'avvocato

Il processo è stato fissato per il prossimo mese a Torino. Le indagini affidate ai Pubblici Ministeri Avenati Bassi e Gianoglio

Processo fissato nell'ultima decade di novembre per il cancelliere del tribunale di Sanremo, Massimo Capurro e per l'avvocato sanremese Antonio De Felice, entrambi ancora detenuti agli arresti domiciliari, per l'accusa di peculato nell'ambito dell'inchiesta della procura di Torino sull'«allegra gestione» di curatele. Il fatto risale al periodo in cui  presidente del Tribunale era il giudice Gianfranco Boccalatte, condannato in primo grado a tre anni e otto mesi per millantato credito e corruzione.

Nella vicenda è stata coinvolta anche la moglie di Capurro, l'avvocato sanremese Tiziana Rovere, ora indagata.

Sono stati i pm Gianoglio e Avenati Bassi a presentare istanza di giudizio immediato nei confronti del «dinamico duo» raggiunto all'inizio dell'anno e poi in primavera da due distinte misure cautelari.


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo