giovedì 21 novembre 2019
29.11.2012 - Donatella Lauria

Carcere di Valle Armea, il sindacato:"bisogna cambiare il direttore"

 Il Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) punta il dito contro la situazione  del carcere di Valle Armea, sollecitando un intervento del vice capo dell'Amministrazione penitenziaria, il magistrato Simonetta Matone. Il segretario generale aggiunto Sappe Roberto Martinelli dichiara: "Nel corso di una recente riunione con i poliziotti in servizio è emerso che lascia molto a desiderare l'organizzazione del lavoro, in particolare per quanto riguarda i turni di servizio dei sovrintendenti e ispettori".
"Altrettante critiche sono state rivolte alla funzionalità della sezione dentetiva", continua Martinelli "nella quale, pur essendo destinati detenuti collaboratori di giustizia, non vi è un coordinato e spesso operano agenti neo assunti, senza alcun tipo di esperienza. Il reparto è inoltre balzato recentemente alle cronache per gravi episodi di aggressione a poliziotti".
Il Sappe prosegue: "Il frequente ed intenso ricorso alle contestazioni disciplinari nei confronti dei poliziotti penitenziari in servizio a Sanremo, metodologia assolutamente disdicevole che di fatto sembra essere l’unico strumento di controllo e gestione del personale" e la mancanza di oltre 80 agenti di polizia penitenziaria rispetto al previsto.
Per tutte queste ragioni il sindacato ha chiesto l'intervento del magistrato Matone, sottolineando che "se non si ritenga sia giunta l’ora di avvicendare un direttore che è in servizio a Sanremo da ormai vent'anni, coerentemente al criterio di rotazione che dovrebbero interessare i dirigenti dello stato e i nuovi e proficui stimoli professionali che esso determina".


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo