venerdì 20 settembre 2019
19.01.2012 - Andrea Di Blasio

Sanremo: parte il servizio di assistenza sociale 'Prisma' all'Ancora

Lotta a trecentosessanta gradi contro le dipendenze.

Si è svolta oggi nei locali dell'Ancora la conferenza stampa di presentazione del progetto 'Prisma', il centro specialistico per il trattamento di problemi connessi al consumo di cocaina, cannabis, alcol e psicostimolanti, al gioco d'azzardo e all'uso compulsivo di internet e di gadgets elettronici. 'Prisma' nasce dall'esperienza maturata in quasi trent'anni di attività nel settore, per offrire risposte specifiche e competenti a esigenze di supporto sempre più diffuse e si rivolge ad una variopinta fascia d'età.

Alla presentazione di 'Prisma' erano presenti il presidente dell'Ancora Boeri, psicologi e psicoterapeuti e il rappresentante del locale sindacato di polizia, i quali hanno spiegato i pericoli dell'uso di stupefacenti, degli alcolici e del gioco d'azzardo. Il servizio avrà un costo ma molto contenuto, per venire incontro alle esigenze e impegnare i pazienti per il loro recupero sociale.

Sull'abuso di cannabinoidi e alcolici lo psicoterapeuta Zaffarano ha detto: "Il progetto si rivolge soprattutto ai minori, il nostro intervento offrirà quattro colloqui per instaurare una relazione col giovane. Le sostanze hanno un'attrattiva particolare e quindi c'è un consumo massiccio ed anche l'uso occasionale è pericoloso ugualmente." Sul 'mercato' di queste sostanze evidenzia: "Su internet ad esempio è possibile acquistare cannabinoidi sintetici, per non parlare dell'industria dell'alcol che ha tra i giovani il suo primo consumatore, grazie anche a mirate campagne di marketing; per non parlare poi dell'uso compulsivo di internet, vera e propria piaga tra i giovanissimi."

Sui cocainismi si è invece sottolineato: "Il mercato della cocaina è in espansione, è uno svago consentito e giustificato per tanti, visti soprattutto i prezzi accessibili. Bisogna quindi intervenire sugli aspetti sostitutivi nella quotidianità delle persone, oltre ad intervenire sull'astinenza psicologica. La cocaina non è più la droga dei ricchi e degli adulti, è uno stereotipo da abbattere."

Silvia Marcuzzo, sul gioco d'azzardo ha affermato: "E' una nuova droga, in Liguria ci sono il 4.5% di persone a rischio. Abbiamo iniziato a lavorare sul gioco circa cinque anni fa ed è iniziata un'attività di sensibilizzazione sul fenomeno. Il gioco d'azzardo riguarda persone di tutte le età, categorie, reddito etc e l'apertura delle sale gioco ha reso più accessibile la penetrazione del gioco." E aggiunge: "I soggetti sono quindi stimolati a tentare la fortuna e giocare, alcune persone cadono nella dipendenza velocemente e il progetto 'Prisma' ha circa, in trattamento, una ventina di persone, mentre le cinquanta precedenti hanno recuperato".

Infine il rappresentante del sindacato di polizia ha detto: "L'azione preventiva è quella più efficace e queste iniziative servono a recuperare le persone. Auspichiamo che ci siano delle pene alternative alla detenzione atte ad un inserimento fattivo nella società."

 

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo